(+39) 0744 715937
narnesecalcio@gmail.com
2307/2020
Roberto Rocchi tra passato e futuro: "Pronti ad aiutare i nuovi"

"Il prossimo sarà un campionato più competitivo"


Fino allo stop dei campionati aveva messo segno 6 reti, ma con diverse partite saltate per un infortunio coinciso con qualche mancata vittoria della Narnese proprio nel girone di ritorno. Roberto Rocchi, 34 anni, una vita da bomber con le maglie di Sporting Terni, Spal, Martina Franca, Villabiagio e Massa Martana, con 7 partite ancora a disposizione avrebbe voluto arrivare in doppia cifra contribuendo magari al miglioramento delle terza posizione della squadra, in un finale con due importanti scontri diretti in calendario.

"Il futuro non era scritto, c'erano da giocare le sfide con Tiferno e Spoleto e per questo c'è il rammarico di non aver potuto vedere come sarebbe andata a finire sul campo. Onestamente però devo ammettere che avevamo perso per strada qualche punto di troppo e le altre due stavano davanti con pieno merito. Però sarebbe stato bello giocarsela".

Guardiamo avanti, che campionato sarà il prossimo?

"Tante squadre si sono rinforzate e sarà un campionato più competitivo. Basta guardare l'Ellera che ha fatto un grosso lavoro sul mercato affidandosi poi a un allenatore molto bravo che conosco bene. Ci saranno poi maggiori difficoltà con l'aumento del numero delle partite (campionato a 18 squadre n.d.r.). Noi, come sempre cercheremo di dare il meglio per arrivare più in alto possibile".

Ma che Narnese sarà quella targata 2020-2021?

"Ancora un gruppo ben amalgamato tra giovani e noi più vecchietti. Ma i nostri giovani lo sono solo anagraficamente, perché gli under 23, dal '97 al 2000, hanno già diversi campionati alle spalle e possono essere considerati già dei veterani. Questo grazie alla politica lungimirante della società. E questo aspetto giocherà ancora a nostro favore nella prossima stagione".

Ci saranno anche dei volti nuovi come ad esempio nel tuo reparto Ayoub, lo conoscevi?

"No, ci siamo appena visti di persona ma ne avevo sentito parlare molto bene. Ci sarà sicuramente tempo per farlo integrare nel gruppo e lo aiuteremo tutti, così come faremo per gli altri ragazzi nuovi. Loro, ne sono certo, si metteranno a disposizione per esprimersi al meglio e noi li aiuteremo. Così come è successo nei miei confronti. Io sono relativamente nuovo perché ho giocato due stagioni in rossoblu e all'inizio Paolo e Matteo (Quondam e Silveri n.d.r.) si sono adoperati per farmi inserire al meglio".

Foto di Valerio Caprino