“BERRETTINI L’AFRICANO” NON DIMENTICA LA SUA NARNI E LA NARNESE,LE SUE RADICI: ”INGRATA CON ME? PECCATO, PRESTO NARNESE IN D”- ED E’ GRAZIE A NARNESE ED ELETTRO CHE HO CONOSCIUTO LA MIA AMATA AFRICA

Rubrica. L’INTERVISTA DELMERCOLEDI’ – C’era una v”olta“.32 Paolo Berrettini

Conosco Paolo da oltre trent’ anni, decine e decine di interviste per il Corriere e Radio Narni,quando facevamo tarda notte insieme a Mauro Pacelli, “chiacchiere”,guasconate,aneddoti e risate, tante risate, poi la nazionale, l’Africa e ci siamo un’ po’ persi, ma,una volta “ritrovato” c’è voluto un attimo a“riaccendere”tutto. Con Paolo si potrebbe parlare di calcio e non solo per giorni interi. Nato a Narni nel 1948, è personaggio simpatico,istrionico che non ha mai avuto problemi a lanciarsi in esperienze “estreme”.Quindici anni allenatore in serie D (10 Elettrocarbonium, 3 Narnese 1 Viterbese e Rieti). Vittoria delle Universiadi,Campione d’Europa Under 20,esperienze positive in tutte le Nazionali, dall’Under 16 all’Under 20, selezionatore delle nazionali di Senegal, Nigeria e ,attualmente Repubblica del Congo. In verità un’ po’ “snobbato dalla Sua Narni,della quale,se non altro,ha fatto parlare non in Italia ma nel mondo.
1)Unico,nella storia quasi centenaria del calcio narnese, ad aver militato sia da giocatore,poi da allenatore nelle due squadre della città, Narnese ed Elettro:considerazioni?
“HO INIZIATO GIOVANNISSIMO NEL SETTORE GIOVANILE DELLA NARNESE A SOLI 17 ANNI ESORDIO IN SERIE D, AD IMOLA CON ALLENATORE MAGHERINI, CREDO ANZI SICURAMENTE ERA LA NARNESE PIU FORTE DI TUTTI I TEMPI . ERA IL 1966. CON I VARI BERTAZZI. BOCCOLIERI ,CASSIN, CHIERUZZI, D'ANNA,,GIORDANO, SARTORI, MENCIOTTI, MILAN,I NICOLETTI, PERLI PICA, ROSSI, MORI, SAVOIA, SPINELLI, VENTURINI, SALVINI, ĢRANDISSIMA SQUADRA ORA PIU DI QUALCUNO AVREBBE GIOCATO IN SERIE A ,IO ERO AGGREGATO COME GIOVANE DI BELLE SPERANZE. QUELL' ANNO FUI RICHIESTO DALLA TERNANA, MA 400 MILA LIRE PER IL PRESIDENTE PAOLO GRASSI ERANO POCHE E TUTTO SFUMO'... QUINDI TANTA NARNESE. PER POI ESSERE TRASFERITO ALL"ELETTRO CON LA PROMESSA DEL POSTO DI LAVORO. NON POTEVO DIRE DI NO, AVEVO PERSO MIO PADRE BASILIO MIO PRIMO TIFOSO. POI DIVENNI ALLENATORE PRIMA DELL'ELETTRO E POI DELLA NARNESE RINGRAZIO ENTRAMBE LE SOCIETA' CHE MI HANNO CREATO ALLENATORE POI VITERBESE E RIETI E INFINE IL GRANDE SALTO NEI PROFESSIONISTI FIGC E LA MIA AMATA AFRICA”

2)Elio Giulivi ti ha lanciato,dopo le belle esperienze di Narni Scalo e Narni nel calcio nazionale,poi ci ha indubbiamente messo del tuo,no?HO FATTO
“ GIULIVI HA SEMPRE CREDUTO IN ME E CREDO DI AVERLO RIPAGATO PIU CHE BENE. NON GLI HO CERTO FATTO FARE BRUTTA FIGURA:CAMPIONE DEL MONDO 1997 UNIVERSIADI E UNICO CAMPIONE D'EUROPA UNDER 19 NEL 2003 E IL LANCIO DEI VARI CHIELLINI, PAZZINI, AQUILANI...”
“3) hai ”mille “ episodi vissuti in entrambe le sponde:raccontane uno per parte
“ L'ESORDIO IN SERIE D. ALLORA MILITARE A TARANTO ALLENANDOMI NEL TARANTO DI CACIAGLI, VENNI IN CONGEDO E SUBITO GIOCAI NARNESE-DERUTA :GRAN GOL SU ROVESCIATA DAL LIMITE DELL'AREA E RETE DEDICATA A MIO PADRE TRA LE LACRIME..POI, ELETTRO , ULTIMO ANNO DA ALLENATORE ORMAI NESSUNO CREDEVA ALLA SALVEZZA, STAGGIA SENESE SCONTRO DIRETTO ULTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO CON IL GROSSETO..GRANDE PARTITA E SALVEZZA
4)Nel 1988 dalla “fusione tra Narnese ed Elettrocarbonium, nacque una super superquadra,due 3° e un 6° posti, hai creduto di portare la Tua Narni in serie C?
“ SI CI CREDEVO ECCOME!QUELLA NARNESE..CON I VARI ROMAGNOLI,CESARINI , GASPERINI, SFERRAZZA, MATTICARI , ECC. GRANDE CAMPIONATO TERZI IN SERIE D. ECCO FORSE LI HO MANCATO UN PO’ DI ESPERIENZA..MA IN QUEGL'ANNI LA CON IL GRANDE PUBBLICO CHE C'ERA LA NARNESE POTEVA FARE TRANQUILLAMENTE LA SERIE C
4) Esperienze positive e uniche con Narnese ed Elettro,successi con le varie nazionali che hai guidato ( under 16-17-19-20),da anni “ambasciatore” del calcio,ma anche della Tua terra in Africa (Senegal,Nigeria,Congo..) eppure in città nei vari premi,manifestazioni ecc,sei un po’ “dimenticato”, invece di essere trattato da “mito” calcistico almeno: una mia impressione? Ti dispiace un po’?
“15 ANNI IN FIGC, HO COLLEZIONATO TANTI SUCCESSI CHE MI HANNO DATO TANTA VISIBILITA' IN EUROPA E AL MONDO ,VEDI LA CARRIERA CON LE NAZIONALI DEL CONGO...MA, A NARNI DOVE SONO NATO ,ANCHE CALCISTICAMENTE, TUTTO QUESTO E’PASSATO INOSSERVATO, PUR DANDO LUSTRO SOTTO IL PUNTO DI VISTA DELL'IMAGINE ALLA MIA CITTA’ . EPPURE, OGGI, OVUNQUE VADO,IN ITALIA E NON SOLOM,, NON C’E’ PERSONA CHE NON MI FERMA PER COMPLIMENTARSI”.
5) NARNI A PARTE VISTO IL TUO CURRICULUM, HAI AVUTO CHANCHES DI PANCHINE PROFESSIONISTICHE’.
“HO AVUTO RICHIESTE DI SQUADRE DI CLUB..VEDI PALERMO ALLORA PRESIDENTE FERRARA,REGGINA E TANTA SERIE C MA ORMAI AVEVO DECISO PER LA CARRIERA FEDERALE”
6) L’Africa per te è ormai qualcosa in piu’ di un opportunità di lavoro.
“L' AFRICA E’UNICA, L'AMO! ESPERIENZA AFFASCINANTE E DIFFICILE, HO AVUTO TANTO CORAGGIO MA MI HA TEMPRATO ANCORA DI PIU. SONO DIVENTATO L'IDOLO DEI CONGOLESI. L'AFRICA E’ UN MONDO A SE’, SE TI “”PRENDE” RESTI PER SEMPRE, ALTRIMENTI SCAPPI..SUBITO.IO SONO RIMASTO E STO APRENDO UNA ACCADEMIA DI CALCIO A DAKAR IN SENEGAL”
7) E la Narnese di oggi:cosa è per te? Cosa ne pensi?
“LA NARNESE DI OGGI? TROPPI ANNI DI ECCELLENZA. NON E' IL SUO POSTO. PROBLEMI ECONOMICI? CON UN LAVORO ATTENTO E METICOLOSO E IDEE PRECISE NIENTE SAREBBE IMPOSSIBILE. AUGURO COMUNQUE ALLA NARNESE I MIGLIORI TRAGUARDI

*Ufficio Stampa