“NARNI E’ NEL MIO CUORE,TIFO DA LONTANO IN COLORI ROSSOBLU’,SPERO PRESTO DI TORNARE AL SAN GIROLAMO A GRIDARE CON VOI:FORZA NARNESE” FIRMATO CELESTINO POLI, EX ROSSOBLU’ DI QUARANTATRE ANNI FA’

Rubrica. L’INTERVISTA – C’era una volta“.31 Celestino Poli”

* di Fabrizio Chiani

Il personaggio di questa settimana è Celestino Poli, veronese di Sanguinetto che oggi è un pensionato ex commerciante di abbigliamento sposato con Angela e ha un cane di nome Stella, preceduta da Lothar 1 e Lothar 2 (chissà perché… n.d.r.) che giocò a Narni da giovanissimo (19 anni),23 presenze e 3 gol nel lontano 1974/75. Oggi abita a Poggio Rusco (Mantova). A Narni,probabilmente lo ricordano in pochi, ma lui ha “ LA CURIOSITÀ DI VENIRE A VEDERE IL S.GIROLAMO, COME È CAMBIATO (ai suoi tempi era in terra e senza curve n.d.r.) E DI POTER INCONTRARE I MIEI EX COMPAGNI E E CONOSCERE UNA PERSONA TE FABRIZIO DOPO AVER CONOSCIUTO TUO PADRE GIOVANNI PERSONA, SQUISITA”
Di Narni sa della Corsa all’anello e ricorda la corsa delle “macchine con le rotelle,senza motore”, i (lui la chiama cosi) nsomma la Corsa delle Carrette”…….
1) Celestino Poli oggi, 35 anni dopo l’esperienza in rossoblu’,come è stata la sua vita da calciatore e non “
DOPO LA MIA ESPERIENZA 19ENNE NELLA NARNESE, CHE PORTO NEL MIO CUORE ANCHE PER ALTRI MOTIVI, HO CONTINUATO LA CARRIERA DI IN D CON DELLE BELLE SODDISFAZIONI COME QUELLA DI ESSERE CONVOCATO NELLA RAPPRESENTATIVA DI SERIE D DEL TRIVENETO,POI QUANDO HO CAPITO CHE IL CALCIO PIÙ DI TANTO NON POTEVA DARMI SONO PASSATO AD UNA SQUADRA VICINO A CASA,LA POGGESE DI POGGIO RUSCO DIVENTANDO ORGOGLIOSAMENTE CAPITANO. NEL FRATTEMPO HO APERTO UN NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO”.
2) Sono passati tanti anni,come ricordi la Narni,la Narnese e i narnesi di allora?
“SI SONO PASSATI TANTISSIMI ANNI ERO MOLTO GIOVANE. DELLA NARNESE RICORDO VOLENTIERI TUTTI I MIEI COMPAGNI GRANDI , ANCHE SE MI PRENDEVANO UN PO' IN GIRO. RICORDO UN DISCRETO CAMPIONATO PER QUANTO MI RIGUARDA ANCHE SE NON FUI CAPITO DAL MISTER (Romano Sciarretta n.d.r.)...CHE MI FECE GIOCARE DA FINTO CENTRAVANTI …..QUANTE NE PRENDEVO.... IN REALTA’ERO UN 10 ,MA SAI ERO GIOVANE E ACCETTAI TUTTO... ANCHE PERCHE’ C'ERANO GIOCATORI FORTISSIMI IN SQUADRA RICORDO SOFFERENTI ,GRILLINI….”
3) Grande tifoso interista,segui il calcio con passione,cosa è cambiato rispetto al “tuo” calcio?
” SI SONO MOLTO INTERISTA MA NON ULTRAS ( e qui il naso si allunga:basta seguirlo su facebook! n.d.r.) .PURTROPPO È CAMBIATO TANTISSIMO, MOLTO PIU GENUINO, SI GIOCAVA PER LA MAGLIA. CON LA LEGGE BOSMAN E’ FINITA: LA ROVINA DEL GIOCATTOLO CALCIO. POI LE TV E I TROPPI SOLDI IN BALLO, HANNO FATTO IL RESTO. NON LO GUARDO PIU CON L’INTERESSE DI PRIMA, PECCATO.....”
4) Una sola stagione nella Narnese,nonostante questo,sei uno dei pochi ex che, pur risiedendo a Mantova,non proprio dietro l’angolo,segui le gesta rossoblu’. Come mai?
“SI UNA SOLA STAGIONE MA È STATA QUELLA DELLA CRESCITA, CHE MI HA FATTO CAPIRE TANTE COSE, NEGATIVE E POSITIVE E DOVE POTEVO POI ARRIVARE CALCISTICAMENTE. SAI A NARNI HO RICORDI BELLISSIMI E PURTROPPO PER COLPA MIA ANCHE UN RICORDO MOLTO PESANTE, L'AMORE E MI FERMO....FACEBOOK ,INTERNET SONO STATE UNA FORTUNA, HO RITROVATO TANTISSIMI AMICI. SOPRATTUTTO VOI DI NARNI....DA VVOUIM MI SONO SENTITO VOLUTO BENE. NARNI E’ NEL CUORE E SEMPRE FORZA NARNESE. SPERO DI VENIRE PRESTO A TROVARVI .IL RICORDO PIU BELLO PER APPREZZARE IL GIOCATORE POLI È STATO IL TORNEO NOTTURNO :GIOCAI DAVVERO ALLA GRANDE TANTO DA GUADAGNARE QUASI LA CONFERMA NELLA NARNESE. SPERO PRIMA O POI DI TORNARE A NARNI PER UN SALUTO E DI TIFARE UNA DOMENICA ASSIEME FORZA NARNESE”
5) un ex compagno di squadra che ricordi più volentieri.
“TUTTI SONO STATI CARINI CON ME, SOPRATTUTTO I NARNESI :MORENO GRILLINI, LUCIANO D’ANNA,EZIO MORETI E MARIO GIORDANO CHE MI CONSIGLIAVA MOLTO, e POI QUEL MATTO DI EGIDIO PROIETTI: GRANDI”
6) Se potessi scegliere, cosa sceglieresti di riprendere dal calcio di allora?
“SEMPLICE: TUTTO IL CALCIO DI ALLORA....E NIENTE DI QUESTO ....CHE BUTTO NEL CESTINO....
Come dargli torto? Quanto sa essere antipatico questo calcio delle “ripartenze” del (finto) fair play, delle “seconde palle” del tiki-taka”….Ai tempi di Celestino era tutto piu’ vero .E gli stadi, ma anche i “campi” di periferia, erano stracolmi….


*Ufficio Stampa