GRAZIE KATIUSCIA!
DOPO UNA STAGIONA LA MADRINA LASCIA “MI SONO RITROVATA CON MOLTA NATURALEZZA AD ESULTARE PER UN GOL O A PROTESTARE PER UN'INGIUSTIZIA SUBITA…..”…D'ORA IL POI IL MIO CUORE SARÀ SEMPRE ROSSOBLU!”.

L’annuncio l’ha dato su Facebook “Asdnarnese calcio”, katiuscia Paterni, lascia dopo una stagione il rolo di Madrina della Narnese “ Grazie a Katiuscia di come ha svolto il ruolo ma- dichiara Valerio Zafferani,addetto al marketing della società-tranquilli,ho delle idee in testa e una nuova Madrina,devo solo avere il via libera del presidente Paolo Garofoli”.Ci fa salire la curiosità!” Katiuscia è una bellissima donna, chi la sostiuirà,rispetterà i canoni belezza” torniamo a Katiuscia: È durata quindi, solo una stagione la tua permanenza nella Narnese,perchè?“oneri futuri(gestisce il negozio “L’Erbolario” a Terni, Corso Tacito n.d.r- purtroppo non mi farebbero tener fede al mio impegno come la Narnese merita. Lascio il ruolo di madrina con l'orgoglio di essere stata la prima donna a ricoprire questo incarico”
Come è nata questa esperienza?
“Tutto è nato per caso durante una cena con il Direttore Marketing Valerio Zafferani e sua moglie Monica. Valerio ha iniziato ad espormi il progetto che stava realizzando per la Narnese Calcio e presa dal suo entusiasmo ho chiesto semplicemente di farne parte. Del tutto ignara del ruolo che avrei dovuto ricoprire”. Cosa ti ha più sorpreso? “Soprattutto essendo una neofita del calcio, sono stata trasportata dalla passione, dall'impegno e dal senso di appartenenza che ogni domenica i ragazzi portano in campo. Dalle gioie e sofferenze dei loro amici e familiari in tribuna, dal sostengo della curva, l'incoraggiamento dei dirigenti, dai consigli "urlati a squarciagola" dai tecnici in panchina, dal lavoro attento e scrupoloso della sala stampa”. Da nuova del mondo del calcio, che te ne è parso della squadra? “Dico solo mi sono ritrovata con molta naturalezza ad esultare per un gol o a protestare per un'ingiustizia subita…..” Cosa avresti voluto fare e non hai potuto?
“Purtroppo la mia esperienza è durata soltanto un anno, ma e felice di aver fatto parte di un gruppo così affiatato nelle gioie ma soprattutto nel dolore”
Vuoi fare un saluto? “Ringrazio tutti per avermi accolto a braccia aperte, sempre con un sorriso e parole gradevoli nei miei confronti. Farò sempre tesoro di questa esperienza e d'ora il poi il mio cuore sarà sempre rossoblu!”. Un grazie a Katiuscia per aver messo a disposizione la sua classe,eleganza e bellezza, e di aver condiviso con noi, una stagione bellissima.